Le erbe curative per i capelli: istruzioni per l’uso-1°parte

Visto che tante di voi me lo hanno chiesto e che effettivamente non ne avevo mai parlato in un articolo specifico, eccomi a spiegare un pochino più nel dettaglio le funzioni delle varie erbette a marchio Phitofilos che potete trovare in questo momento in negozio.

  Premetto che al momento non ne ho disponibili tantissime tipologie, ma solo le principali e più conosciute: è un mondo molto vasto quello delle erbe curative e prima di inserirle in negozio voglio poterle provare personalmente per capire bene la loro efficacia. Chiaramente però questa accuratezza richiede tempo e pazienza ed è per questo motivo che l’assortimento cresce piano piano…

Non vi parlerò delle proprietà – tintorie e non solo- dell’hennè perchè questo è un argomento che ho già affrontato in questo post, se ve lo siete perso andate a dargli un’occhiata!

Le erbette curative di cui vi parlerò sono:

  • impacco emolliente
  • impacco rinforzante
  • impacco seboequilibrante
  • amla
  • ziziphus
  • fieno greco

In questo post vedremo più da vicino i primi 3 impacchi.

Tutte le erbe si presentano sotto forma di polvere più o meno fine e devono essere mescolate con dell’acqua calda al fine di creare una pastella cremosa e non liquida. Il mix creato si applica generalmente sui capelli già lavati e tamponati, si tiene in posa per circa 30 minuti avendo cura di coprire il capo con della pellicola per alimenti e un asciugamano. Trascorso il tempo necessario si sciacqua bene con dell’acqua e, se si ha l’impressione di non essere riusciti a togliere tutti i residui di impacco, si può fare anche una passata leggera di shampoo delicato.

Una delle domande che mi fanno più spesso qui da Miss Bio è <<quante volte posso fare questo impacco?>> la risposta è semplice: tutte le volte che si vuole! Non esiste una regola, dipende semplicemente da quanto tempo vogliamo dedicare alla cura delle nostre chiome, ma una cosa è certa: più lo si fa e più i capelli riprenderanno corpo e forza, spezzandosi meno e ritrovando tutta la luminosità persa.

 

 

Iniziamo da un grande classico, l’IMPACCO EMOLLIENTE. Si tratta come sempre di un mix predosato di polveri di piantaggine, altea radice, erba medica, lino semi, orzo ed avena.  In questo caso per realizzare un pastella perfetta è necessario aggiungere all’acqua calda anche tre cucchiai di yogurt bianco. Questo impacco ha un’azione setificante, protettiva ed idratante della lunghezza del capello, oltre a svolgere una funzione di riequilibrio del pH cutaneo. Questa miscela di polveri contiene aminoacidi, vitamine, sali minerali e mucillagini in grado di ristrutturare i capelli secchi, sfibrati e fragili.

 

 

 

L’IMPACCO RINFORZANTE è una miscela di polveri di cereali ed erbe, da utilizzare in modo specifico per il trattamento salutare e rinforzante del capello. La composizione prevede una sinergia di polveri quali: miglio, nasturzio, equiseto, erba medica, betulla, fieno greco ed altea. La miscela si caratterizza dalla presenza di un’alta percentuale di sali minerali, soprattutto silicio (acido silicico) oltre a magnesio e ferro, aminoacidi solforati (cistina e metionina), mucillagini che conferiscono all’impacco la proprietà di mantenere il benessere delle strutture cheratiniche e di offrire alle stesse forza, vitalità e tono. Vista la presenza di fieno greco, per sprigionare al meglio le sue proprietà, questo mix una volta preparato ha bisogno di riposare qualche ora prima dell’utilizzo.

 

 

 

L’IMPACCO SEBOEQUILIBRANTE è il prodotto ideale per chi ha la cute che produce un eccesso di sebo e desidera ristabilire l’equilibrio del PH in maniera completamente naturale. E’ una miscela a base di polveri di fiori di achillea, corteccia di china, foglie di farfara e cassia obovata (il cosiddetto hennè neutro). La ricchezza di flavonoidi, oli essenziali, sali minerali, tannini ed acido salicilico rende questo impacco specifico per il trattamento delle cuti seborroiche, con problemi di desquamazione, infiammazioni e prurito. Nella preparazione della pastella sarebbe bene aggiungere anche un paio di cucchiai di aceto di mele per potenziarne l’efficacia. Questo impacco, oltre che sulla cute e le radici dei capelli, può essere applicato con successo anche sul viso come trattamento anti-sebo e anti-acne, diventando così una vera e propria maschera purificante ed astringente.

 

Nel prossimo articolo vedremo nel dettaglio come si usano e quali sono le proprietà di amla, ziziphus e fieno greco.

A presto!