Categoria: Citofonare Miss Bio

La casa ecologica: il percabonato di sodio

Inauguriamo oggi  la rubrica “Citofonare Miss Bio” (e qui nella mia testa parte la sigla di casa Vianello!!   ) dove vi parlerò di come sia possibile rendere la nostra vita più ecologica e meno impattante sull’ambiente con pochi e semplicissimi cambiamenti esattamente come ho fatto io in questi anni. Avere uno stile di vita “verde & ecologico” significa non solo fare attenzione alle sostanze presenti nei nostri cosmetici, o cercare di consumare frutta e verdura quanto più possibile proveniente da agricoltura biologica, ma anche scegliere di inquinare meno possibile anche nelle azioni quotidiane!

Davvero non avete idea di quante sostanze riversiamo nell’ambiente ogni santo giorno…pensateci bene! Il detersivo per i piatti, lo sgrassatore da cucina, il detersivo per la lavatrice, l’ammorbidente e così via! Tutti questi detergenti, pieni di sostanze inquinanti e non biodegradabili, contribuiscono ad avvelenare il nostro ambiente -oltre alla nostra stessa  casa- ma noi possiamo fare una bella differenza anche solo cambiando i prodotti per la detergenza.

Oggi vi parlerò di una sostanza non molto conosciuta ma molto efficace per igienizzare casa&bucato… il PERCARBONATO DI SODIO!

Chimicamente si tratta di SODIUM CARBONATE PROXIDE (Na2CO3·1.5H2O2) ed è una polvere bianca e inodore che, a contatto con le alte temperature, si scinde in carbonato di sodio e ossigeno: da questa reazione si sprigiona l’azione l’azione sbiancante, igienizzante, smacchiante ed elimina odori con un minimo impatto ambientale.

Il percarbonato non ha un’azione sgrassante, è un COADIUVANTE del lavaggio ed ha quindi bisogno di essere associato ad un detersivo/detergente -mi raccomando, che sia ecologico- per dare il meglio di sè: ma vediamo meglio come si usa.

In lavatrice: per sprigionare la sua forza igienizzante e sbiancante necessita di alte temperature per liberare ossigeno, quindi bisogna utilizzarlo nei cicli di lavaggio ad almeno a 50°/60°, sempre abbinato ad un detersivo. Chiaramente, date le temperature, è bene utilizzare il percarbonato preferibilmente su capi bianchi e/o resistenti. Il percarbonato è capace di smacchiare molto bene le macchie colorate (caffè, the, pomodoro, etc) ma non di sgrassare ed è per questo motivo che va utilizzato INSIEME ad un detergente che svolga questa funzione. Nel caso di macchie particolarmente antipatiche è possibile creare una cremina fatta mescolando percarbonato e acqua: si strofina il composto direttamente sulla macchia e poi si mette subito tutto a lavare senza lasciare che si secchi.

A mano: il percarbonato è molto efficace anche per mettere in ammollo capi particolarmente sporchi come le tovaglie o i tovaglioli, le cosiddette “maglie della salute” con gli aloni di sudore, oppure capi “particolari” come i pannolini lavabili dei bimbi o gli indumenti intimi. Se ne scioglie un bel cucchiaio in acqua molto calda e si lascia in ammollo per tutta la notte: il giorno dopo si procede con il lavaggio….il risultato è assicurato!

Non va usato su lana, seta e pelle.

La sua capacità di sbiancare ed igienizzare lo rende adatto anche per pulizia dei sanitari o dello scopino del wc: un bel cucchiaio di percarbonato da sciogliere all’interno del water, si mette in ammollo lo scopino per tutta la notte ed il gioco è fatto.

Attenzione però perchè, come sempre, l’inganno è dietro l’angolo: in commercio si trovano anche miscele che contengono percarbonato, insieme a sostanze inquinanti, e sbiancanti ottici (nascondono le macchie più che toglierle): il vero percarbonato è costituito da solo SODIUM CARBONATE PROXIDE.

Quello che trovate in negozio, e che avete visto in foto sopra, in questo momento è quello prodotto da Greenatural ed è purissimo: lo sto utilizzando da diversi mesi e ve ne posso testimoniare personalmente la qualità, la semplicità di utilizzo e l’efficacia. Vi ricordo solamente di conservarlo sempre ben chiuso nel suo barattolino al riparo da luce e calore.

Alla prossima puntata! :)

 

 

 

 

 

fonti: Promiseland e Mamma Chimica. Grazie per le mille informazioni e gli spunti di approfondimento.