capelli

Le erbe ayurvediche per la salute di pelle e capelli.

Buongiorno bellezze, come state?
Come sapete già, Miss Bio non si ferma: sto utilizzando questo periodo di stop per studiare, scovare tante cosine interessanti e sto già valutando delle novità che spero di potervi mostrare dal vivo prima possibile!

Intanto, se vi va di continuare a sfruttare questo periodo prendendoci cura di noi, vi lancio due nuovi spunti interessanti: vi voglio parlare di queste due erbette prodotte da Phitofilos che trovo davvero utili per curare sia le nostre chiome sia il nostro viso: si avete letto bene, non solo per i capelli ma anche per il viso…curiose?!

Partiamo dal Bhringraj, chiamata anche Maka, che è una delle piante più importanti nella medicina ayurvedica: è nota per i suoi molteplici benefici e diversi sono i modi per utilizzarla.
Il bhringraj è un alleato indispensabile per:

  • prevenire l’ingrigimento dei capelli
  • prevenire la caduta
  • favorire la crescita di chiome forti e lucide
  • limitare l’insorgere di forfora
  • controllare un’eccessiva produzione di sebo

Come si prepara l’impacco con il Maka?
E’ davvero molto semplice e bastano pochissimi istanti: bisogna mescolare 4/5 cucchiai di polvere con dell’acqua calda, fino a ottenere una pastella non troppo densa. Dopodichè si applica il composto su cute e capelli leggermente detersi e umidi, si fascia il capo con della pellicola alimentare e si tiene in posa per circa 30 minuti. Al termine del periodo di posa, si risciacqua bene e si procede con l’asciugatura come di consueto. I vostri capelli saranno subito lucidi, voluminosi e nutriti e la cute sarà fresca e lenita.

Sempre con il Bhringraj è possibile preparare un oleolito: un rimedio conosciuto sin dai tempi antichi che serve per estrarre gli attivi dalle piante attraverso la macerazione in olio.
Come si prepara? Anche in questo caso è tutto molto semplice: in un recipiente di vetro ben pulito bisogna miscelare una parte di Maka con due parti di olio vegetale (olio d’oliva, olio di cocco, olio di argan). Si lascia riposare il mix per 40 giorni (al buio) avendo cura di mescolare ogni paio di giorni. Passato il tempo necessario, si travasa l’oleolito in un contenitore pulito (dovrebbe essere di vetro scuro) filtrandolo con un colino o una garza. Il vostro super-olio conterrà a questo punto tutte le proprietà del Bhringraj e sarà pronto per essere frizionato sulla cute e sulle lunghezze per un impacco tutto naturale.
Una nota particolare per le amiche con i capelli chiari: il Maka può scurire i capelli, quindi fate attenzione.

L’altra “Poverina magica” di cui vi voglio parlare è la fantastica polvere di petali di Rosa Damascena, un rimedio antico versatile ed utilissimo per i capelli ed il viso!

Nota per le sue proprietà aromatiche capaci di rilassare la mente e lo spirito, di calmare i nervi ed alleviare la tensione nervosa (capacità utilissime di questi tempi!), la Rosa ha anche notevoli virtù cosmetiche.
E’ un alleato utilissimo per il viso in virtù delle sue spiccate proprietà:

  • idratanti
  • elasticizzanti
  • antiage e anti infiammatorie
  • rinfrescanti

Fate però attenzione se avete la pelle estremamente sensibile perché potrebbe causare un temporaneo rossore data l’alta percentuale di vitamine C ed A contenute (in questo caso vi consiglio di fare un test di prova sul braccio per verificare eventuali reazioni).

Potete realizzare una maschera per il viso mescolando una piccola quantità di polvere di Rosa con dell’acqua tiepida –e magari anche un pizzico di gel d’aloe- per realizzare una maschera per viso. Dopo averla tenuta in posa per 10/15 minuti di risciacqua con dell’acqua tiepida. La pelle sarà subito luminosa, compatta e fresca.
Ma non finisce qui, la polvere di Rosa si può usare anche per realizzare impacchi per la cute: dona lucentezza al capello grazie alle sue proprietà purificanti e dona sollievo alla cute irritata grazie alle sue capacità antiossidanti e lenitive. In generale va bene per tutti i tipi di cuoio capelluto e per tutti i colori di capelli perché non altera minimamente il colore. Si può utilizzare da sola in purezza oppure può essere mescolata ad altre erbe come l’hennè neutro, il baobab, l’alteao lo ziziphus.
La procedura è sempre la stessa: si miscela la quantità necessaria di polvere con dell’acqua calda, fino a ottenere una pastella della consistenza dello yogurt. Si applica il mix sui capelli leggermente detersi e appena umidi e si fascia il capo con pellicola alimentare e si tiene in posa tra i 15 ed i 30 minuti.

Curiose di cominciare a “pasticciare” un po’ con queste erbe? Io ho già iniziato e sono già molto soddisfatta dei risultati.
Vi ricordo che il negozio è operativo ed è sempre possibile venire a ritirare i prodotti oppure ricevere la merce tramite la spedizione con corriere: se avete bisogno di informazioni, consigli o, perché no, fare 4 chiacchiere in tema beauty, scrivetemi tranquillamente!

Miss Bio

Foto di copertina: Fiore foto creata da jcomp – it.freepik.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *